Assemblea di apertura anno associativo 2019/2020 e avvio cammino assembleare. Palazzo Arcivescovile, 06 Ottobre 2019 – Monreale

Cari soci e amici simpatizzanti,

siamo proprio dentro il cammino assembleare che in quest’ultimo anno del triennio ci permette di prendere in mano il filo della nostra appartenenza associativa per intrecciarlo ancora con i fratelli e le sorelle che il Signore ci fa incontrare.

Papa Francesco nel suo discorso all’Azione Cattolica del 30 aprile 2017 ci ha ricordato che “è nella vocazione tipicamente laicale a una santità vissuta nel quotidiano che potete trovare la forza e il coraggio per vivere la fede rimanendo lì dove siete, facendo dell’accoglienza e del dialogo lo stile con cui farvi prossimi gli uni agli altri, sperimentando la bellezza di una responsabilità condivisa”.

Proprio la responsabilità condivisa dovrebbe caratterizzare ogni singola realtà associativa, pronta a stare in questo tempo segnato da prove e stimolanti avventure; ed allo stesso tempo vigile rispetto al rischio della chiusura e dell’autoreferenzialità.

Ci immaginiamo tutti alle prese con la proposta diocesana “La rete dell’Azione Cattolica”: un modo semplice per ripartire dalla gratitudine personale verso quei responsabili (animatori, educatori, presidenti, assistenti) che hanno segnato e continuano a segnare il cammino di fede.

Mettersi alla ricerca di quel responsabile per esprimere, attraverso la voce dei singoli soci, il grazie dell’intera associazione; è un buon modo per fare esperienza della responsabilità e del tempo che hanno donato con generosità e, ancor più importante, vuole essere la rappresentazione viva di una delle parole che più utilizziamo nei nostri cammini formativi: la gratitudine, la capacità di fare discernimento.

Durante l’assemblea diocesana di apertura, in programma domenica 06 Ottobre 2019 presso il Palazzo Arcivescovile – Monreale, ci lasceremo interpellare dal brano del Vangelo che quest’anno segna il tema associativo “Lo avete fatto a me” (Mt 25,21-46).

Sarà il nostro arcivescovo a guidare il momento di preghiera iniziale e la meditazione.

Successivamente ci lasceremo sollecitare dal documento assembleare, provando a delineare insieme il compito missionario dell’AC con un dibattito dal titolo: “Questo è il tempo per chiederci non tanto chi siamo, ma per chi siamo?”

Interverranno Gino Chimenti, neo-dirigente scolastico; Angelo Cinà, vicesindaco del Comune di Terrasini; Giuseppe Bellanti, Presidente AC diocesi di Palermo; Emilia Squatrito consigliera parrocchiale di AC San Giuseppe Jato e alcuni seminaristi che hanno conosciuto l’AC in questi anni. La loro testimonianza ci sarà di grande aiuto nel delineare e marcare alcuni ambiti a noi molto cari: la dimensione spirituale, il metodo associativo, la scelta educativa, il compito missionario e l’essere famiglia.

Ad accompagnarci nella nostra riflessione, anche dei video con i quali osserveremo la realtà della nostra diocesi con gli occhi di alcuni giovani dell’AC di Ferrara che da tre anni accogliamo in estate per il loro campo diocesano.

Dopo il dibattito e la pausa caffè, ci ritroveremo sempre in plenaria per guardare insieme le guide di quest’anno, le tappe del cammino assembleare che porteranno al rinnovo dei consigli parrocchiali e a quello diocesano, la prossima Festa del Ciao, ecc…

Confidiamo nella vostra partecipazione e nel vostro personale impegno a diffondere a tutti l’invito (Adulti, Giovani e Giovanissimi, Educatori, semplici simpatizzanti) per non mancare a questo appuntamento che crediamo importante il prossimo futuro!

Il Segretario Diocesano                                  Il Presidente

Alessandro Longo                                        Giovanna Parrino

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.